PREVENIRE È LA PRIMA CURA

PREVENIRE È LA PRIMA CURA 

 

La prima azione da compiere è prendersi cura di se stessi esclusivamente con la prevenzione. Anche il monitoraggio dell’evoluzione della patologia passa dalla prevenzione. La persona ha bisogno di essere responsabilizzata e deve prendere la reale consapevolezza di quello a cui potrebbe andare incontro. Il primo passo è spiegare che “il primo medico” siamo noi stessi. È fondamentale saper ascoltare i segnali che il nostro corpo ci invia, mai sottovalutare determinati sintomi ed è bene condividerli e rivolgersi ai centri preposti in base alla situazione: medico di famiglia (o guardia medica) e pronto soccorso (118 per emergenza sanitaria).

 

Per cultura abbiamo la tendenza a rinviare, e questo non è positivo, perché capita spesso che ci trascuriamo per mille ragioni (non giustificate) e quando ci rivolgiamo agli operatori sanitari la situazione si è aggravata a causa del nostro comportamento irresponsabile.

Nel dubbio è sempre meglio recarsi dal proprio medico di famiglia anche per una semplice valutazione dell’evento per poter stare più sereni, ma senza abbassare la guardia.

La prima arma di prevenzione è il respiro, il potere della respirazione. A tal proposito ti consiglio di iscriverti ad un corso di meditazione come mindfulness o yoga, ma ce ne sono anche altri. Oppure puoi comprarti un libro con le spiegazioni di tecniche respiratorie o vedere tutorial su YouTube completamente gratuiti.

 

Dal punto di vista fisiologico, in un giorno respiriamo dalle 14000 alle 28000 volte, quindi è chiaro che la respirazione ha un ruolo importante nella nostra salute fisica e mentale. Quando parlo di respirazione, la maggior parte di voi mi dice: “Ma Stefano come si fa?” Quando inizio a spiegare le tecniche base della respirazione, la frase che ricorre frequentemente è: “Non riesco…” Ovvio, è normale, non sei allenato, è qualcosa di nuovo e ci vuole tempo, ma soprattutto tanta forza di volontà nell’applicarti a fare gli esercizi, in maniera disciplinata e costante, vedrai che i benefici arriveranno, credimi, è uno dei migliori investimenti che puoi fare sulla tua salute: respirare!

 

Se hai piacere, puoi commentare l’articolo sia sui social che scrivendomi a: info@stefanolorenti.it