IL LAVORO È DIGNITÀ

IL LAVORO È DIGNITÀ

 

Come dice spesso Sua Santità Papa Francesco: “Il lavoro è dignità.”

In primis il lavoro ti permette di avere un salario che a sua volta ti permette di poter vivere.

Non ho mai creduto alle scorciatoie, ma ho sempre messo tutte le mie energie per raggiungere e ottenere gli obiettivi.

Attualmente la mia nuova sfida è in qualità di libero professionista dopo una carriera trascorsa sempre alle dipendenze aziendali.

Oggi, ancor di più che nel passato, devi essere ben strutturato sia sotto il profilo professionale che personale.

Lo scorso marzo, ho tenuto un workshop indirizzato ai giovani, ma penso che anche i professionisti, manager e imprenditori possano prendere spunto da alcuni contenuti che ho trattato.

Nella prima parte del seminario ho illustrato il tema di “come funzioniamo”. Come ben sai è l’inconscio che ci guida e quindi è questa zona del cervello che bisogna allenare per far emergere in superficie il potenziale inespresso. Mi dispiace, ma molti di noi non sanno ancora “come funzioniamo” a livello cerebrale e di conseguenza comportamentale. Prendo d’esempio l’immagine dell’iceberg: la parte superiore  (visibile) è gestita dalla mente conscia (sx) attraverso i comportamenti, qui trovi il ragionamento logico, il pensiero volontario, le azioni volontarie… La parte sommersa dell’iceberg è gestita dalla mente inconscia (dx) con i bisogni, le emozioni, i pensieri, le convinzioni, i valori, le motivazioni, la creatività, le fantasie, i sogni, gli istinti, gli impulsi, l’intuito…  qui trovi le azioni involontarie, i pensieri automatici e la memoria inconscia. 

La seconda parte del seminario si è basata su come sviluppare la mentalità vincente attraverso valori e principi, applicando i dieci pilastri tratti dal mio libro (Mentalità Vincente i dieci pilastri nella malattia, business e sport).

Nella terza e ultima parte ho rivelato le tre strategie in ambito professionale:

STRUTTURAZIONE (formazione, competenze e esperienze)

POSIZIONAMENTO (prodotto, promozione, alleanze)

CONDIVISIONE (familiari, amici, professionisti). 

Ho concluso il workshop parlando della “Teoria del parking” di Catherine Faust.

Se hai piacere, puoi commentare l’articolo sia sui social che scrivendomi a: info@stefanolorenti.it